Loading
3 Giugno 2019

Francesca De Blasi

“Nuovo approccio alle materie umanistiche. Dal cognitivo all’esperienziale.”

CONFERENZA // DOMENICA 30 GIUGNO ORE 16.00

 

“Le storie mettono in moto la vita interiore e ciò è particolarmente importante là dove la vita interiore è spaventata, incastrata o messa alle strette. Le storie (…) ci mostrano la via d’uscita in basso o in alto e aprono finestre per noi in muri prima ciechi, aperture che conducono alla terra dei sogni, all’amore e alla conoscenza. (…). Le storie offrono mappe iniziatiche che consentono di completare anche un lavoro che aveva trovato degli intoppi”.
C. Pincola Estés – Donne che corrono coi lupi

La letteratura è un patrimonio dell’umanità intera, che rischia di rimanere in un cassetto della nostra memoria e fallire la sua missione: tracciare una strada evolutiva che unisca gli esseri umani sulla linea che collega passato, presente e futuro. I linguaggi arcaici e gli stili che, rimanendo ancorati al loro tempo, perdono di attualità, sono ostacoli alla libera circolazione delle idee e alla percezione che l’arte non ha una scadenza. Al contrario essa è viva, utile, attuale, perché il nucleo interiore degli esseri umani rimane intatto, nonostante il trascorrere del tempo.
Perché questo patrimonio possa tornare ad essere usato, perché possa ritrovare freschezza e forza d’attrazione, è necessario andare oltre i contenuti e le strutture retoriche. E’ necessario recuperarne i messaggi profondi e il bagaglio di esperienza che è conservato dietro le parole. E’ necessario superare l’approccio accademico e cattedratico che si ferma alla classificazione dei generi e allo studio dell’esegesi, per andare invece alla ricerca dell’insegnamento.
Per poter raggiungere un simile livello di profondità, è utile proporre approcci che partano dall’intuito e dall’analogia, dalla sperimentazione fisica delle emozioni, dalla possibilità di rimettere mano alle parole, facendole nostre, trovando il coraggio e la libertà di dare loro vita nuova ancora e ancora, nuovi significati aderenti alle nostre personali esperienze, ai nostri personali bisogni a seconda di come essi si esprimano nel “qui e ora”.
In questo modo la letteratura diventa un bagaglio di suoni, proposte, idee immortali e sempre a disposizione da cui trovare le chiavi per leggere il presente e edificare il futuro.

 

FRANCESCA DE BLASI

 

Dottoressa magistrale in lettere classiche, con indirizzo archeologico. Esperta di storia dell’arte antica e studiosa di cultura e civiltà di Roma antica.

Autrice del testo di Laurea: “Donne, Imperatrici, Dee. Principesse e Auguste da Livia a Faustina minore”;
Insegnate di scuola secondaria di primo e secondo grado per materie umanistiche quali Letteratura Italiana, Lingua e Letteratura Greca, Lingua e Letteratura Latina, Storia e Storia dell’Arte;
Mediatrice Feuerstein e Applicatrice del Programma di Arricchimento Strumentale, certificata dal Feuerstein Institute;
Esperta di Mediazione, Potenziamento e Sostegno cognitivo con studenti della scuola Primaria, Secondaria di I e II grado e con adulti;
Scrittrice di testi fantasy: già pubblicati (a quattro mani) con lo pseudonimo M.M. River: “Two Worlds – New Born”, “Two Worlds – The Resistance”, “Two Worlds – Uprising”, “Starlight – Un racconto da Two Worlds”, “Other World Chronicles – Black holes and Revelations”, “Two Worlds – Absolution”;
Esperta di Studi Danteschi e autrice di un romanzo che riscrive l’Inferno in chiave fantasy, dal titolo “Nella città dolente”;
Autrice di racconti e poesie più volte premiata in concorsi a livello nazionale ed internazionale;
Autrice e conduttrice di laboratori letterari ed esperienziali nelle scuole e con gruppi di adulti;
Appassionata di Biodanza;
Allieva dell’I-mov Academy – C.E.I. (Crescita evolutiva integrata).

 

Category: 2019