Loading
Ivano Gamelli docente di Pedagogia del corpo all’Università di Milano-Bicocca.
14 Maggio 2018

Ivano Gamelli

“La parola non basta. Verso una pedagogia del corpo”

SABATO 30 GIUGNO ore 11.00 // CONFERENZA

 

Cosa può significare una relazione con il corpo “vissuta”, percepita da dentro e contemporaneamente agita fuori? Come immaginare un approccio alla conoscenza a partire dal dato più immediato della nostra esperienza, attraverso un coinvolgimento attivo della nostra corporeità viva? La pedagogia del corpo va intesa come una composizione di saperi ed esperienze sul valore educativo dei vissuti corporei. Non si lascia ridurre a una sintesi esaustiva, non si circoscrive in uno spazio specialistico d’intervento, non è da pensare come un’ulteriore educazione da aggiungere alle tante che la società tende a sollecitare come risposta ai problemi emergenti che l’affliggono. Non si limita a questo o a quell’esperto. È piuttosto un’attitudine formativa trasversale, che si rivolge a chiunque e a qualunque titolo educhi, segnata dalla dimensione della scoperta, dall’apertura ai sensi, dalla messa in gioco di pensiero-movimento-emozione. La pedagogia del corpo intende rivisitare criticamente gli scenari della formazione e della cura, dove il corpo risulta assente, immobilizzato, disciplinato, per integrare paradigmi abitualmente separati. La formazione corporea all’educazione e alla cura è formazione a una presenza, una competenza a esserci.

 

IVANO GAMELLI

 

Ivano Gamelli insegna Pedagogia del corpo all’Università di Milano-Bicocca. E’ tra i fondatori di Philo – Scuola Superiore di Pratiche Filosofiche di Milano. Tra le sue recenti pubblicazioni: Il sapere del corpo (2016), A scuola in tutti i sensi (2013), Ma di che corpo parliamo?(2012), Pedagogia del corpo (2011), Sensibili al corpo. I gesti della formazione e della cura (2011), I laboratori del corpo (2009). Gestisce il sito web www.pedagogiadelcorpo.it.

 

Category: conferenze